La Svizzera sospende lo scambio automatico di informazioni con la Bulgaria

Nella seduta del 20 settembre 2019 il Consiglio federale ha deciso di sospendere immediatamente lo scambio automatico di informazioni relative a conti finanziari con la Bulgaria a causa di un problema concernente la sicurezza dei dati di questo Stato. I sistemi e le banche dati delle amministrazioni fiscali e degli istituti finanziari svizzeri non ne sono toccati.

Un primo scambio automatico di informazioni su base reciproca tra la Svizzera e la Bulgaria è avvenuto nel 2018 nel quadro dell’accordo bilaterale tra la Svizzera e l’UE. A seguito di una violazione della sicurezza dei dati compiuta nel luglio 2019 a danno dell’agenzia nazionale delle entrate bulgara, quest’ultima ha confermato alle autorità svizzere che l’incidente ha ripercussioni per le persone residenti fiscalmente in Svizzera con conti finanziari in Bulgaria e le persone residenti fiscalmente in Bulgaria con conti finanziari in Svizzera.In virtù della legge federale sullo scambio automatico internazionale di informazioni a fini fiscali il Consiglio federale ha dovuto approvare formalmente la sospensione dello scambio automatico di dati con la Bulgaria. Di conseguenza, a fine settembre 2019 l’Amministrazione federale delle contribuzioni non trasferirà alle autorità fiscali bulgare i dati del 2018 relativi a conti finanziari che le sono stati trasmessi dagli istituti finanziari svizzeri.

La Bulgaria riceverà di nuovo dati dai suoi Stati partner per lo scambio automatico di informazioni soltanto quando avrà risolto il problema nella sicurezza dei dati e dopo che il Forum globale sulla trasparenza e sullo scambio di informazioni a fini fiscali avrà convalidato i correttivi adottati.