Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Contact Us

La Nuova Zelanda introduce standard minimi per la rendicontazione finanziaria dei trust

A partire da marzo 2022, il governo della Nuova Zelanda ha introdotto una serie di obblighi di reporting stringenti per alcuni trust nazionali.

Per  i periodi d’imposta successivi al 31 marzo 2022, i trutee dovranno infatti presentare per ogni trust il proprio conto economico e la propria situazione patrimoniale-finanziaria all’Agenzia delle Entrate Neozelandese (Inland Revenue). Le nuove disposizioni hanno lo scopo di supportare il monitoraggio da parte dell’Agenzia delle Entrate sull’utilizzo di entità e strutture da parte dei trustee, inoltre, le informazioni fornite saranno utilizzate per valutare il rispetto da parte del trustee dell’aliquota massima del 39% dell’imposta sul reddito delle persone fisiche entrata in vigore nel Dicembre 2020.

I requisiti previsti dalle nuove disposizioni sono i seguenti:

  • l’utilizzo della partita doppia per i rendiconti;
  • stima di attivi e passivi al valore di mercato, di costo o al “tax adjusted value”;
  • i report presentati dal trustee devono contenere anche le informazioni riguardanti il disponente ed i beneficiari, nonché l’importo e la natura degli apporti in trust e delle distribuzioni effettuate.

Se le segnalazioni sono inferiori a redditi/costi per AUD 100.000, o gli asset totali del trust sono stimati sotto AUD 5 milioni, potrebbe essere consentito l’accesso ad una procedura di reporting semplificata.

I trust esclusi dalle regole di rendicontazione sono:

  • trust non attivi
  • trust esteri
  • trust charitable registrati
  • trust Maori
  • grandi fondi pensione
  • employee benefit trust

FONTE: https://taxpolicy.ird.govt.nz