Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il Parlamento svizzero approva la nuova Legge sulla Protezione dei Dati

Il 25 settembre 2020, il Parlamento svizzero ha approvato la versione finale della revisione della legge sulla protezione dei dati (rev-LPD), con l’obiettivo di modernizzare la propria normativa e allinearla alla più recente General Data Protection Regulation (GDPR) dell’UE.

La rev-LPD potrebbe ancora essere soggetta all’approvazione di un referendum facoltativo, tuttavia si stima che entri ufficialmente in vigore entro il 2022, conferendo al Commissario Federale per la Protezione dei Dati e l’Informazione (CFPDI) nuovi e più ampi poteri al fine di imporre sanzioni penali (con multe fino a CHF250.000) in capo ai soggetti responsabili di violazioni.

A tale riguardo, i titolari e gli incaricati stranieri del trattamento dei dati dovranno effettuare una valutazione in merito al proprio assoggettamento alla rev-LPD, rivedendo le modalità di trattamento dei dati che abbiano un impatto in Svizzera, indipendentemente da dove si svolgano.

In generale, si prevede per le aziende un aumento degli adempimenti a garanzia della trasparenza sulle attività ritenute a rischio nell’ambito del trattamento dei dati, tali adempimenti comprendono:

  • la creazione ed il mantenimento di un inventario delle attività di trattamento;
  • la redazione o l’aggiornamento di informative per la privacy in occasione della raccolta di dati personali;
  • una  rivalutazione dei contratti con responsabili e contitolari del trattamento dei dati o eventuali terze parti;
  • L’implementazione di requisiti speciali per i trasferimenti internazionali di dati;
  • valutazioni d’impatto quando il trattamento potrebbe comportare rischi per i diritti e le libertà del soggetto interessato;
  • l’istituzione di codici di condotta e politiche che prevedano procedure specifiche in caso di violazioni dei dati;

per i titolari del trattamento dei dati ​​con domicilio o residenza fuori dalla Svizzera: in determinate circostanze, nomina di un rappresentante in Svizzera dove vengano elaborati i dati delle persone sul territorio svizzero.

FONTE: www.admin.ch